Chi sono

Francesca Tulsi

La mia formazione professionale si svolge inizialmente in ambito educativo, in contesti rivolti prevalentemente all’infanzia e con il passare del tempo prendo sempre più coscienza della mia attitudine naturale per la cura della persona.
Mi muovo nella costante ricerca di un modo a me più affine per esternare la volontà di mettermi al servizio dell’altro e finalmente approdo alla scoperta di Yoga e Ayurveda. Sento con chiarezza che è la strada da percorrere.

Mi diplomo come terapista di Ayurveda presso la scuola di medicina Ayurvedica Ayurvedic Point di Milano nel 2007 e in India presso la SNA Oushadasala in Kerala come terapista in procedure ayurvediche di Panchakarma nel 2006.
Nel 2013 mi diplomo come istruttrice di Ananda Yoga all‘Ananda Academy of Europe ad Assisi.
Tengo acceso il fuoco di questa spinta interiore viaggiando periodicamente in India, culla della filosofia ayurvedica e yogica e frequentando seminari in Italia.

Il ruolo del tecnico

Tecnico in Ayurveda certificato ex UNI 11756 : 19 (FAC n.7)

La professione di “Tecnico in Ayurveda” è riconosciuta e normata dall’UNI (Ente Italiano di Normazione) attraverso la norma UNI 11756 : 2019 e risulta quindi a pieno titolo un’attività professionale ai sensi della L. 14 gennaio 2013, n.4 (G. U. n.22 del 26/01/2013).

Il Tecnico in Ayurveda fornisce consulenza ed opera con la propria competenza tecnica nel settore della prevenzione, mantenimento e miglioramento del benessere psicofisico della persona seguendo le indicazioni dell’Ayurveda.

Inoltre svolge la funzione di interprete della prescrizione medica nella sua applicazione pratica ed in quella delicatissima di referente del medico per il feedback nei confronti del paziente, in virtù del contatto continuo e intimo che stabilisce con questi.

Non è compito del Tecnico effettuare diagnosi.

Per quanto riguarda i consulti con il medico ayurvedico

 Hai l’opportunità di ricevere un Consulto medico eseguito da un medico esperto in Ayurveda.

In Ayurveda il ruolo del medico e del tecnico/terapista sono complementari; il successo terapeutico viene descritto nella letteratura classica come “Catuspada” cioè caratterizzato da 4 elementi e dalla loro azione sinergica: il medico, le sostanze terapeutiche, il tecnico/terapista, il paziente

 Come indicato dalla tradizione ayurvedica alcuni trattamenti ayurvedici, per la loro peculiare natura, vengono eseguiti solo su specifica prescrizione del medico ayurvedico.

Il mio intento è quello di offrire uno spazio di silenzio per riscoprire il piacere dell’intimità con noi stessi, “un tempo senza tempo” per creare distanza dal ritmo frenetico e incessante del vivere quotidiano. Attraverso l’accudimento amorevole e avvolgente dei trattamenti e alla graduale sensazione di abbandono vissuto dalla persona, posso stimolare lo sblocco di energie stagnanti ed incoraggiare il libero fluire del Prana, l’energia vitale.
Gioiosa di contribuire al processo naturale di trasformazione che porta l’essere umano alla sua libera espressione in continua evoluzione.
Ciò che più di tutto accende il mio entusiasmo è l’idea di cooperare, nel qui e ora, nel processo di riscoperta di ciò che è la natura primordiale di ogni essere umano.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: